4 modi in cui il Kundalini Yoga può portare abbondanza nella tua vita


Ne abbiamo parlato più volte in questo blog: l’abbondanza è uno stato mentale, e più ancora è una vibrazione, è un optional di serie e non qualcosa per cui dobbiamo pagare un prezzo extra. Abbiamo parlato delle 3 leggi della prosperità, abbiamo visto come il successo dipenda da noi e anche che cosa ci renda persone di successo... E soprattutto, l’importanza di sapere cosa desideriamo per poter direzionare bene il tiro…

Ma cosa ha a che vedere questo con il Kundalini Yoga? Moltissimo, perché lo Yoga (ormai dovresti saperlo) non è solo asana, pranayama e mantra  ma è anche un insieme di indicazioni -filosofiche sì ma anche se soprattutto pratiche- per vivere in modo più sano, felice e santo!

Allora ecco 4 consigli provenienti dal Kundalini Yoga per portare più abbondanza nella tua vita:

  1. Sviluppa la mente intuitiva. Non è difficile come può sembrare: quando cerchi una risposta, chiudi gli occhi, rivolgi lo sguardo al punto tra le sopracciglia e respira profondamente, concentrandoti sull’inspiro e l’espiro. Allenare la mente intuitiva (e rinforzare il sistema nervoso) ti aiuteranno a prendere una decisione in meno di 9 secondi!
  2. Cammina diritto, respira profondo e parla dall’ombelico, Quando inizi ad abitare le tue altezze senza paura, a sentirti regale, fiero/a e autorevole, trasmetterai fiducia e attrarrai naturalmente prosperità. Ti sembra di non essere in grado? “Fake it and you will make it“, diceva Yogi Bhajan fai come se e piano piano tutta la tua postura e la tua vibrazione si adegueranno 😉 (Per approfondire, vedi anche La postura del successo). Respirare profondamente rende la mente più lucida e aumenta l’impatto della nostra presenza: Yogi Bhajan consigliava di respirare 4 volte al minuto o anche meno per un incontro lavorativo di successo 😀 Infine, parlare dall’ombelico permette di comunicare quello che veramente vogliamo e di manifestare la nostra reale posizione, senza i turbamenti che derivano dall’emotività, dalle paure o dalle maschere che ci costruiamo.
  3. Rinforza il sistema nervoso. Questo ti sembrerà forse più astratto ma il principio è questo: più solido è il tuo sistema nervoso, più abbondanza sarai in grado di attrarre e sostenere. La vita non ci dà mai più di quello che possiamo affrontare; la prosperità è una forma di energia e se i nostri nervi sono fragili saremo in grado di contenere solo una piccola quantità di quella energia, altrimenti “salteremmo”. Come se volessimo attaccare tutti gli elettrodomestici di casa contemporaneamente pretendendo che non salti la luce! La chiave qui è rendere il nostro sistema nervoso più forte per poter sostenere maggiore corrente elettrica. Come? Pulendo il subconscio con la meditazione, abituandoci a riposare dopo ogni sforzo -fisco, mentale o emotivo- per ricaricare il SN parasimpatico, aumentando la portata pranica, ovvero la forza vitale che circola nel nostro sistema. In altre parole: facendo yoga! 😀
  4.  Dai per ricevere. Il vecchio “do ut des” è stato spesso interpretato in senso utilitaristico: ti do questo così poi tu mi devi quello. Vi chiedo però di aprire un pochino la mente e allargare la visione. Yogi Bhajan ha spesso detto che la chiave per la vera prosperità è dare, dare, dare. E servire, servire, servire. E che quando serviamo le altre persone in modo onesto, per il gusto di aiutare, si crea un’onda di gratitudine nella coscienza collettiva che è molto più profonda, potente e gratificante di qualunque ricompensa materiale.

    Ora, a mettere in pratica questi consigli!

Ci vediamo la settimana prossima per un nuovo tema del mese 😉

Sat Nam


Informazioni su Giulia Guerrini

Mamma ed insegnante di Kundalini Yoga, Yoga dolce, Gravidanza consapevole, Yoga genitori & figli. Arriva allo yoga attraverso la danza classica e contemporanea ed esperienze di teatro sociale, grazie alle quali si rende conto di come il movimento influisca sulla mente e sullo stato animico. Si forma come istruttrice di Kundalini Yoga secondo gli insegnamenti di Yogi Bhajan presso il centro Shunia di Barcellona. È istruttrice certificata di yoga per bambini secondo il metodo Childplay, elaborato da Gurudass Kaur, e di yoga in gravidanza, metodo Conscious Pregnancy. È membro dell’Associazione Internazionale Insegnanti di Kundalini Yoga (IKYTA) e IKYTA Italia. Attualmente vive e lavora a Catania.