Costanza: ovvero… disciplina


Lo so, dopo il post delle scorsa settimana questa ti sembrerà una cattiveria gratuita. Se pensi questo… ho azzeccato il tema! Sì perchè amarsi e seguire una disciplina  vengono solitamente avvertiti come estremi, una dicotomia, l’eterno dilemma, il “vorrei ma non riesco”, o direttamente il “ma chi me lo fa fare”.

È successo anche a me, sono passata dalla disciplina ferrea -appena trovato il Kundalini Yoga- al rifiuto totale del concetto disciplina, per poi approdare al senso di colpa per non riuscire a tenere il passo con la disciplina che IO mi ero prefissata. Parlo per il mio percorso spirituale ma è un discorso che ben si può applicare alla vita di ognuno di voi, con una vostra passione, un’ideologia, un lavoro.

Poi ho capito -e mi hanno aiutato a capire- che questo non era che un altro inganno della mente, l’ennesimo meccanismo di sabotaggio che mettiamo in atto verso noi stesse: fissare l’asticella così in alto che ovviamente non riusciremo a mantenere lo standard e potremo così lamentarci ed autocompiangerci per non essere in grado. Mi riesce ancora difficile comprendere Yogi Bhajan quando diceva che le persone non hanno paura di fallire ma di avere davvero successo, eppure tutto prova che è proprio così…

Dov’è la buona notizia, vi starete chiedendo. Per come la vedo io, è questa: seguire una disciplina non è altro che applicare perseveranza, costanza e intenzione in quello che sentiamo essere il cammino (o un cammino) che ci appartiene, senza che la ragione intervenga dall’esterno a mettere dei paletti ma trovando ogni giorno la nostra modalità per farlo. Senza perdere la direzione, mettendo al primo posto l’amore. E così il cerchio si chiude.

Tu cosa ne pensi? Stai attraversando anche tu questo conflitto? Parliamone 🙂

A giovedì sul canale Youtube di Casa Kundalini , condividerò con te un semplice tecnica per trovare la TUA modalità di vivere con costanza e perseveranza.

Un sorriso

Giulia Gurukirat Kaur


Informazioni su Giulia Guerrini

Mamma ed insegnante di Kundalini Yoga, Yoga dolce, Gravidanza consapevole, Yoga genitori & figli. Arriva allo yoga attraverso la danza classica e contemporanea ed esperienze di teatro sociale, grazie alle quali si rende conto di come il movimento influisca sulla mente e sullo stato animico. Si forma come istruttrice di Kundalini Yoga secondo gli insegnamenti di Yogi Bhajan presso il centro Shunia di Barcellona. È istruttrice certificata di yoga per bambini secondo il metodo Childplay, elaborato da Gurudass Kaur, e di yoga in gravidanza, metodo Conscious Pregnancy. È membro dell’Associazione Internazionale Insegnanti di Kundalini Yoga (IKYTA) e IKYTA Italia. Attualmente vive e lavora a Catania.