Indipendente dalle dipendenze


Questa settimana, vorrei parlarvi di un argomento un po’ complesso ma che per le sue molte sfaccettature interessa tante e tanti di noi: le dipendenze.

Quando si usa questa parola di solito si pensa alle droghe, all’alcol; ma in alcune fasi della nostra vita -soprattutto quando viviamo qualche tipo di dolore o stress- possiamo cadere in attaccamenti e vere e proprie dipendenze da qualsiasi cosa fuori da noi che ci dia un po’ di sollievo. Se non sono le droghe può essere il fumo, il cibo, la rete (i social in particolare); ma può anche essere -ed è abbastanza comune- un dipendere dalla nostra stessa condizione di sofferenza e autocommiserazione, o da una relazione sentimentale in diversi modi maltrattante.

La prospettiva del Kundalini Yoga sulla dipendenza

Da un punto di vista yogico, cadiamo in questo tipo d trappola quando non abbiamo un forte senso del nostro Sé, un legame solido con la nostra vera identità e una buona dose di amore e accettazione di noi stesse/stessi. In pratica, come se vivessimo scollegati da noi,  sbilanciati verso un baricentro esterno, che si sposta continuamente facendoci dunque cambiare con il girare del vento.

“Metti te stesso al centro della tua vita”. Non molto tempo fa ho sentito questa frase, pronunciata proprio da un insegnante di Kundalini Yoga. Potrebbe sembrare un eccesso di ego, uno sbotto di presunzione; in realtà si tratta semplicemente di essere consapevoli che la felicità non possiamo trovarla da nessuna parte là fuori, ma va coltivata ogni giorno e nasce da una profonda e amorevole connessione con la nostra anima.

In termini ancora più specifici, il Kundalini Yoga ci dice che una delle possibili cause della dipendenza è una scarsa (o nulla) comunicazione tra ghiandola pituitaria e ghiandola pineale.

La pineale veniva considerata dagli antichi Yogi la sede dell’anima e, anche dalla scienza moderna, “la ghiandola Maestra”, che influenza il funzionamento delle altre ghiandole e quindi di varie funzioni corporee. Quando pineale e pituitaria comunicano correttamente possiamo sperimentare il senso del Sé, la nostra vera essenza. Ma se questa comunicazione si interrompe, per vari tipi di blocchi nel movimento di energia, rimaniamo scollegati da questo contatto con la noi stessi e cerchiamo soddisfazione e conferma della nostra esistenza fuori da noi.

Come ci aiuta il Kundalini Yoga

Il Kundalini Yoga e la meditazione sono molto efficaci nell’aiutarci a cambiare abitudini autodistruttive e a riportarci al centro di noi stessi. Si tratta di un lavoro molto specifico che a seconda dei casi si concentra maggiormente sui traumi passati, sulla nostra capacità di amarci e, in alcuni casi, perdonarci. Ci offre uno spazio per sperimentare chi siamo veramente, lasciar andare le zavorre e sanarci. Per ricongiungerci con quella felicità che è un nostro diritto di nascita!

“Amati. Ama la tua anima e lascia andare il passato. La sofferenza passata ti mantiene legato alla sofferenza”.
Yogi Bhajan

Questo giovedì mattina (eccezionalmente, rispetto all’appuntamento abituale del venerdì), appuntamento sulla Pagina Facebook alle 9.30 per una diretta in cui condividerò con voi una super meditazione per le dipendenze!

E se se a Catania e dintorni, non perdere il seminario di sabato mattina a Casa Kundalini  “Ho incontrato un Narciso: riconoscere e uscire dalla dipendenza affettiva.  Un duplice approccio con la psicologia e lo Yoga Kundalini.


Informazioni su Giulia Guerrini

Mamma ed insegnante di Kundalini Yoga, Yoga dolce, Gravidanza consapevole, Yoga genitori & figli. Arriva allo yoga attraverso la danza classica e contemporanea ed esperienze di teatro sociale, grazie alle quali si rende conto di come il movimento influisca sulla mente e sullo stato animico. Si forma come istruttrice di Kundalini Yoga secondo gli insegnamenti di Yogi Bhajan presso il centro Shunia di Barcellona. È istruttrice certificata di yoga per bambini secondo il metodo Childplay, elaborato da Gurudass Kaur, e di yoga in gravidanza, metodo Conscious Pregnancy. È membro dell’Associazione Internazionale Insegnanti di Kundalini Yoga (IKYTA) e IKYTA Italia. Attualmente vive e lavora a Catania.