Le tre leggi dell’abbondanza


 

L’abbondanza è ovunque intorno a noi: il principio che governa la natura è quello del fiorire. Il sole dà energia, la terra sostiene, la pioggia nutre e così la pianta fiorisce. Quando pratichiamo Yoga ci alleniamo a riconoscere di essere parte di questo ciclo, perché siamo Uno con la creazione.

La prosperità -l’abbondanza in altre parole- è già nostra perché naturalmente tendiamo a fiorire. A meno che…. a meno che non decidiamo di non vedere tutto questo e di vivere nella lamentela e nel senso di privazione. Da questo punto di vista, noi come esseri umani abbiamo la libera scelta di aprirci alla naturale evoluzione oppure bloccarla.

Non parlo solo di ricchezza materiale (chi non vorrebbe avere abbastanza denaro almeno per vivere serenamente), ma di quel senso di sicurezza che i tuoi bisogni primari saranno soddisfatti, qualunque cosa succeda; quella rilassatezza che ti permette di abbracciare le sfide come un’opportunità di crescita e quella soddisfazione interiore che ti permette di vedere il risultato finale come già tuo, senza dubbi e senza paure. L’abbondanza inizia con un atteggiamento interiore e poi fiorisce all’esterno e diventa un magnete in grado di attrarre qualunque cosa; per questo, occhio a quello che desideri, sei sicuro che sia davvero la cosa giusta?

Yogi Bhajan, il Maestro di Kundalini Yoga, ci ha dato 3 leggi per la prosperità che se messe in pratica, sono in grado di cambiare il nostro atteggiamento completamente:

  1. Sii gentile con tutti
  2. Non parlare male degli altri
  3. Non parlare male di te stesso/a

 

Quando siamo rudi con gli altri, quando rispondiamo male e parliamo male di loro alle loro spalle, non facciamo altro che rafforzare l’idea della privazione di qualcosa: felicità, successo, ricchezza… Quando parliamo male di noi stessi (e lo facciamo tutti, in un modo o nell’altro) ci stiamo auto segregando in una prigione di negatività, limitatezza e  scarsità. Abbiamo sempre la scelta, anche quando pensiamo che le circostanze siano la nostra prigione; perché quelle circostanze ce le siamo in qualche modo chiamate.

Negli anni, Yogi Bhajan ha dato tanti strumenti per attivare la capacità umana di espandersi e di sviluppare una coscienza di prosperità. Il principio di base è che la vera abbondanza si può sperimentare e toccare quando ci muoviamo nella direzione di quello che siamo venuti a fare qui sul pianeta Terra. Troppo astratto? Nelle prossime settimane condividerò con voi alcune meditazioni ed esercizi per entrare in questo stato mentale e ancora più che mentale vibrazionale. Rimanete sintonizzati sul Canale YouTube e se non lo hai ancora fatto iscriviti alla Newsletter di Casa Kundalini per esser il primo/a a conoscere le novità. Stiamo lavorando per la tua abbondanza 😉

Ti lascio con una citazione di Yogi Bhajan sulla prosperità e, se sei a Catania, ti aspetto questo sabato 6 aprile alle 10.00 per un seminario dedicato a trovare la tua direzione e prendere bene la mira. Perché quello che desideri potrebbe realizzarsi davvero! 🙂

 

 


Informazioni su Giulia Guerrini

Mamma ed insegnante di Kundalini Yoga, Yoga dolce, Gravidanza consapevole, Yoga genitori & figli. Arriva allo yoga attraverso la danza classica e contemporanea ed esperienze di teatro sociale, grazie alle quali si rende conto di come il movimento influisca sulla mente e sullo stato animico. Si forma come istruttrice di Kundalini Yoga secondo gli insegnamenti di Yogi Bhajan presso il centro Shunia di Barcellona. È istruttrice certificata di yoga per bambini secondo il metodo Childplay, elaborato da Gurudass Kaur, e di yoga in gravidanza, metodo Conscious Pregnancy. È membro dell’Associazione Internazionale Insegnanti di Kundalini Yoga (IKYTA) e IKYTA Italia. Attualmente vive e lavora a Catania.