Non sai da dove cominciare? Fai Così


Avete mai sentito quel blocco, il vuoto, il nulla assoluto davanti al foglio bianco quando dovevate scrivere il tema in classe? Io mi ricordo bene quella sensazione, ma ricordo anche il piacere misto a incredulità quando poi -mezz’ora prima dello scadere della consegna –  iniziavo a buttare giù le prime parole e tutto fluiva con facilità, una parola dietro l’altra.

Questa sensazione l’ho rivissuta altre volte e poi l’ho letta tra le righe di uno dei 5 sutra per l’Era di Acquario di Yogi Bhajan: “quando il tempo ti sta addosso inizia e la pressione scomparirà”. Quante volte ci svegliamo la mattina e già il peso delle cose da fare e affrontare in quella giornata ci schiaccia nel letto rendendoci difficilissimo uscire dalle coperte? Oppure, quante volte dovremmo fare quella benedetta telefonata che risolverebbe una serie di problemi e ci semplificherebbe la vita ma continuiamo a procrastinare fino a che qualcosa di semplice come prendere il telefono si trasforma in un peso insormontabile?

Lo yoga ci allena a mantenerci flessibili e a far scorrere il prana, l’energia vitale, in modo fluido attraverso tutti i meridiani, plessi e organi del nostro corpo. Oggi condivido con voi una tecnica, un semplice esercizio, che vi aiuterà a far scorrere energia ed eliminare i blocchi in tutte queste situazioni in cui avrete bisogno di uscire dall’inerzia e ritrovare la concentrazione e la chiarezza mentale. Si chiama “Kriya del cigno” e promette di trasformare il brutto anatroccolo che c’è in noi in un affascinante cigno, cambiando la chimica del cervello. Eccolo:

Sedete sui talloni in posizione di roccia, o Vajrasana (magari mettete un cuscino sotto i glutei per stare più comodi) e appoggiate le mani a terra qualche centimetro davanti alle ginocchia (oppure potete anche sedere su una sedia e appoggiare le mani sulla ginocchia). “Tuffatevi” con la testa verso la terra curvando la schiena e immaginando di portare l’ombelico verso la  colonna; poi, inspirando, sollevate la testa e inarcate la schiena indietro per ritornare eretti, aprendo il petto in una sorta di cobra. Continuate per 1 – 3 minuti.

Questo venerdì lo faremo insieme, nel nostro tè delle 12 in diretta dalla pagina Fb di Casa Kundalini.

Sat Nam!

 


Informazioni su Giulia Guerrini

Mamma ed insegnante di Kundalini Yoga, Yoga dolce, Gravidanza consapevole, Yoga genitori & figli. Arriva allo yoga attraverso la danza classica e contemporanea ed esperienze di teatro sociale, grazie alle quali si rende conto di come il movimento influisca sulla mente e sullo stato animico. Si forma come istruttrice di Kundalini Yoga secondo gli insegnamenti di Yogi Bhajan presso il centro Shunia di Barcellona. È istruttrice certificata di yoga per bambini secondo il metodo Childplay, elaborato da Gurudass Kaur, e di yoga in gravidanza, metodo Conscious Pregnancy. È membro dell’Associazione Internazionale Insegnanti di Kundalini Yoga (IKYTA) e IKYTA Italia. Attualmente vive e lavora a Catania.