Pranayam


“Un grande problema nel mondo è lo stress. Non diminuirá, aumenterá. 
Se, attraverso il pranayama, l’impatto puó essere controllato, 
tutto lo stress e la malattia possono essere eliminati”.
Yogi Bhajan
La mente segue la respirazione. La chiave per controllare la mente è controllare il respiro.
La respirazione è uno strumento fondamentale per un praticante di kundalini come di qualunque tradizione di yoga. È la base per controllare gli stati animici, aprirsi ala creativitá, sviluppare la creativitá, fomentare salute e vitalitá e sviluppare un sentimento di connessione.
Un kundalini yogi sa che la sua respirazione e i suoi movimenti sono connessi ai movimenti di tutte le emozione e pensieri.
Frequenza
Normalmente gli uomini respirano ad una frequenza di 16/18 cicli al minuto, le donne di 18/20 cicli.
Quando abbassiamo coscientemente la frequenza di respirazioni proviamo grandi benefici:
8 cicli al minuto
Aumenta il rilassamento e la coscienza mentale, si riduce il livello di stress
4 cicli al minuto
Intense sensazioni di consapevolezza e chiarezza, elevata sensibilitá corporea, favorisce lo stato meditativo
1 ciclo al minuto
Si ottimizza la cooperazione tra i due emisferi cerebrali, sensazione di calma, abbandono di ansia, stress, preoccupazione, presenza di spirito, intuizione, tutto il cervello funziona
Pranayama
Pran = “prima unitá”
Ayam = “espansione”
“Espansione della prima unitá, dell’energía primordiale”
La maggioranza delle peprsone non respirano correttamente. La consuetudine di respirare in modo superficiale, pettorale ed erratico è molto diffusa ed è alla base degli stati di stress, malestare, incpacitá di rilassamento. 
Vediamo alcune delle principali tecniche di respirazione usate in Kundalini yoga…
Respirazione lunga e profonda
Consta di tre parti.
Comincia riempiendo d’aria, con la inspirazione, l’addome; poi espandendo il petto e riempiendo la casa toracica; infine portando l’aria su alle costole superiori fino alle clavicole.
Con l’espirazione ci si svuota completamente seguendo il percorso inverso; l’ultimo a svuotarsi è l’addome, dove l’ombelico viene spinto in dentro verso la colonna per assicurasi di avere espulso tutta l’aria incamerata, per fare spazio a nuova energia vitale con la successiva inspirazione.
Principali benefici:
         calma e rilassa, aumentando la capacitá di gestire le emozioni
         aumenta il flusso di prana
         riduce l’accumulo di tossine nei polmoni
         stimola la secrezione di endorfine che aiutano a combattere la depressione
         purifica il sangue e regola il PH del corpo
         attiva e pulisce i canali energetici
Sospensione del respiro
Spesso dopo un esercizio si pratica la sospensione della respirazione “dentro” o “fuori”, ovvero con il corpo pieno o vuoto d’aria.
La tendenza all’inizio è trattere il respiro causando una tensione  nella parte posteriore del cranio, nel cuore en el collo, oltre a una pressione negli occhi.
Realizzarla correttamente significa rilassare i muscoli del diaframma, costole, addome (responsabili del movimento della respirazione), mantenendo la colonna vertebrale eretta, elevando el petto e mantenendo sempre una leggera chiusura del mento.
Principali benefici:
         l’obiettivo è il riaggiustamento del sistema nervoso
         sospendere “dentro” puó aumentare temporaneamente la pressione sanguigna, mentre sospendere “fuori” la abbassa
         aiuta a sperimentare lo stato di shunia (zero), “il momento in cui diventi zero, riduci tutto a niente. Diventi questo e quidi tutto irradia da te”.
Respiro di fuoco (agni pran)
Impulsata dal punto dell’ombelico e plesso solare, è rapida, ritmica, senza pausa tra inspirazione ed espirazione. La tua attenzione è sull’espirazione, mentre l’inspirazione è un riflesso involontario.
Espirazione: l’aria è espulsa vigorosamente dal naso, mentre l’ombelico viene spinto indietro verso la colonna, senza che questo causi alcun movimento nella colonna vertebrale e nell’intero assetto posturale. Il petto rimane elevato e la testa non si muove.
Inspirazione: l’addome di rilassa e il diaframma si estende verso il basso.
Principali benefici:
         elimina tossine dai polmoni, mucose, vene e cellule
         espande la capacitá polmonare
         rafforza il sistema nervoso epr resistere allo stress
         porta uno stato mentale di concentrazione e neutralitá
         rafforza il chakra ombelicale e il campo elettromagnetico
         rinforza il sistema immunitario
         ottimo per combattere dipendenze
Respirazione per narici alternate
Respirazione lunga e profonda tappando alternativamente una narice con la mano destra.
Principali benefici:
         stimola il funzionamento cerbrale totale equilibrando gli emisferi
         purifica i canali  energetici (nadi) ida e pingala
         porta armonia e benessere
         allevia mal di testa, emicrania e altri sintomi legati allo stress.
Respirare solo con la narice sinistra
è associato al meridiano ida, all’energia di eliminazione apana e all’energia lunare, rinfrescante, calmante, sensibile…
Respirare solo con la narice destra
è associato al meridiano pingala, all’energia vitale prana e all’energia solare, quindi porta vitalitá, concentrazione, forza di volontá…
Respirazione di cannone
Come respirazione di fuoco ma fatta con la bocca, in forma di “o” ben salda, cercando di non gonfiare e sgonfiare le guance.
Principali benefici:
         aiuta la digestione
         rafforza i nervi parasimpatici
Respirazione del leone
Con la lingua di fuori, inspira ed espira poderosamente forzando al respirazione sopra la radice della lingua.
Principali benefici:
         depura dalle tossine
         ottima per il chakra della gola e la tiroide
Respirazione segmentata
Dividiamo l’inspirazione e l’espirazione in sorsi, parti uguali tra loro, con una leggera sospensione della respirazione per separare ogni parte. Stimola il cervello e il sistema ghiandolare in diversi modi. Ad esempio:
         4 parti dentro, 1 parte fuori: energizza, sana
         4 parti dentro, 4 fuori: da chiarezza mentale
         8 parti dentro, 8 fuori: calma
         8 parti dentro, 4 fuori: concentra
         4 parti dentro, 8 fuori: calma, sblocca, lascia andare
Respirazione del fischio
Inspira con un fischio acuto e lungo, espira con il naso.
Principali benefici:
         cambia la circolazione
         attiva le ghiandole superiori (tiroide, paratiroide)
Sitali pranayama
Arrotola la lingua a forma di “u”, inspira con la lingua, espira con il naso
Principali benefici:
         rinfrescante, calmante, rilassante, riduce la febbre, aiuta la digestione
         ottima per smettere di fumare!
Siktari pranayama
Inspiri con i denti (mandibole unite, labbra aperte in un sorriso), espiri con il naso.
Principali benefici:
         pulisce e stimola il funzionamento ghiandolare
         anche questa buona per smettere di fumare
Vatskar pranayama
Con la bocca “sorseggiamo” l’aria portandola ai polmoni (non allo stomaco). Inspira in 8 sorsi (o piú), espira con il naso.