Una questione di pancia


Sapevate che l’80€ dei nostri mal di testa viene dalla pancia?

E che il 90% delle volte che ci sentiamo stanchi è sempre per via della pancia?

Nello yoga lo chiamiamo “punto dell’ombelico” ed è davvero il centro del nostro mondo. L’interno sistema nervoso è controllato da questo punto; il sistema immunitario è in gran parte legato alla salute del nostro intestino.  Se il centro energetico dell’ombelico (il terzo chakra) non è in equilibrio, guardiamo ma non vediamo, sentiamo ma non ascoltiamo.

Se questo centro energetico (e gli organi fisici ad esso correlati) non funziona bene, la nostra felicità stessa è in pericolo. Yogi Bhajan diceva che senza un corretto funzionamento del terzo chakra, non c’è vita, ma un surrogato: sensazioni, drammi, traumi, problemi, maschere, inganni.

Sapete perché siamo schiavi della mente? Perché questo punto dell’ombelico non ci fa vivere una vita equilibrata. Allora iniziamo a pensare “Perché?” E quel perché è così astratto; non c’è risposta a quel perché. E’ come correre alla cieca. La nostra vita è una corsa cieca.

Yogi Bhajan

Tra le tante cose che possiamo fare per mantenere vivo e attivo questo punto energetico, di sicuro vi consiglio il respiro di fuoco, anche perché non avete bisogno di aspettare il momento tranquillo in cui srotolare il tappetino (e che potrebbe non arrivare mai ) ma si può fare sotto la doccia, cucinando, sull’autobus. No magari sull’autobus no, è un po’ rumoroso…

Qui trovi qualche informazione in più sul Pranayama  e qui un video su su Agni Pran, il respiro di fuoco, appunto (a mi discolpa: era un dei primi video, non avevo ancora un microfono ed ero super timida ;-D )

Una posizione fantastica per ricaricarci e praticare il respiro di fuoco è “l’Eradicatore dell’Ego”. Si fa così:

Poi ti consiglio questa sequenza di risveglio mattutino, per scendere dal letto già con il piede giusto 😉

In alto gli ombelichi e alla settimana prossima!

Sat Nam


Informazioni su Giulia Guerrini

Mamma ed insegnante di Kundalini Yoga, Yoga dolce, Gravidanza consapevole, Yoga genitori & figli. Arriva allo yoga attraverso la danza classica e contemporanea ed esperienze di teatro sociale, grazie alle quali si rende conto di come il movimento influisca sulla mente e sullo stato animico. Si forma come istruttrice di Kundalini Yoga secondo gli insegnamenti di Yogi Bhajan presso il centro Shunia di Barcellona. È istruttrice certificata di yoga per bambini secondo il metodo Childplay, elaborato da Gurudass Kaur, e di yoga in gravidanza, metodo Conscious Pregnancy. È membro dell’Associazione Internazionale Insegnanti di Kundalini Yoga (IKYTA) e IKYTA Italia. Attualmente vive e lavora a Catania.