5 modi per resettare e ripartire


Agosto a Casa Kundalini è il mese del *RESET*.

Come molti di voi sanno, la nostra casa si è spostata, siamo sempre noi, ma in un altro luogo. E si sa che ogni nuovo inizio contiene in sé una magia che ha bisogno di essere svelata poco a poco, lasciando che quello che c’era prima ceda il passo naturalmente e serenamente alla nuova vita.

Questo momento dell’anno si presta particolarmente bene ad un reset generale, anche senza particolari cambiamenti in corso. Agosto è un momento per tanti di pausa, un tempo sospeso prima che ricominci un nuovo anno, non solare ma da molti percepito come un ricominciare. Noi donne abbiamo il privilegio di vivere qualcosa di simile ogni mese, a ogni luna nuova, a ogni ciclo mestruale, quando resettiamo le nostre forze, pensieri, progetti, relazioni per ricominciare da capo con la luna crescente, più forti e leggere.

Anche se continuiamo a lavorare, possiamo comunque approfittare di questo momento per alleggerirci e ricaricarci, perché è vitale, è necessario per poter ripartire più carichi ed entusiasti. Come fare? Voglio condividere con voi cinque semplici rituali che io trovo particolarmente utili, ma vi invito a sperimentare, ascoltarvi, essere curiosi e creativi e trovare il vostro personale e unico modo di staccare la spina!

1. FAI MENO. Sembra scontato ma non lo è poi così tanto. Ogni volta che affrontiamo un cambiamento o che vogliamo fare pulizia di qualcosa e ritrovare nuove energie, il nostro organismo ha bisogno di recuperare forze, di smaltire emozioni e ricordi e il modo migliore per aiutarlo a farlo è riposando. Anche se state lavorando, magari più che in altri momenti dell’anno, ritrovate un ritmo più lento e provate a ritagliarvi 15 o 20 minuti al giorno per non fare niente, nessuna lista della spesa, nessuna pianificazione, nulla. Trovate un luogo tranquillo della casa o – meglio ancora del giardino, se avete la fortuna di averne uno – e riposate, godetevi il momento presente, aprite tutti i sensi, ascoltate senza interferire. Una piccola meditazione, una visualizzazione che vi aiuti a scaricare l’accumulo di attività e tensione dal corpo e dalla mente potrebbe aiutare e ne trovate tante sul canale YouTube di Casa Kundalini.

2. IMMERGITI NELLA NATURA. Stare nella natura, immergersi negli elementi è sicuramente una delle esperienze più rigeneranti e anti stress che esistano. Non serve una vacanza in un luogo pazzesco (se si può, tanto meglio) ma basta prendere un po’ di sole ogni giorno, di quello “buono” che non scotta 🙂 , camminare a piedi nudi, qualche bagno nel mare, fiume o lago che sia, respirare profondamente aria pulita, abbracciare un albero.

3. RACCOGLI I FRUTTI. L’estate è tempo di maturazione, di abbondanza, di raccolto. In questa metà di agosto, possiamo raccogliere i frutti di quanto abbiamo seminato, curato e fatto crescere per tutto l’anno. Proviamo a osservare come ci sentiamo in un dato momento e poi andiamo indietro con la mente a ripercorrere i nostri progetti, quello che nei mesi precedenti avevamo pianificato o sognato e osserviamo – nella maniera più neutra possibile – quali risultati hanno dato. Magari qualcosa non è andata come speravamo, altre cose non ci interessano più e possiamo lasciarle andare ma qualche nostro semino sarà di certo germogliato e allora stiamo nelle sensazioni positive che questo ci suscita. Alleniamoci a ricevere; per alcuni sarà difficile perché siamo più abituati a dare, invece dedichiamo questi giorni di agosto a goderci il raccolto.

4. ALLENA LA GRATITUDINE. Se ne parla tanto ora e sembra così scontato e semplice che poi finiamo per non farlo mai. Essere grati, veramente e in ogni cellula del nostro corpo per quello che abbiamo e che siamo è un catalizzatore di felicità immediato, eleva la nostra vibrazione ovvero ci aiuta a sentirci subito sereni e positivi. E anche se stai passando un periodo bruttissimo e stai pensando che sono tutte cavolate, c’è sempre qualcosa per cui essere grati, non devono per forza essere cose dell’altro mondo ma anche piccole gioie alle quali non pensiamo mai perché le diamo per scontate, come avere accesso ad acqua pulita, ad esempio, o poterci permettere di mangiare re volte al giorno! Il mio consiglio è tenere un foglio o un quaderno sul comodino e scrivere ogni mattina, appena aperti gli occhi, tre cose di cui siamo grati in quel preciso istante e poi ripeterlo la sera, prima di chiudere gli occhi. Vedrai che meraviglia farà per te questo piccolo rituale se solo sarai costante per almeno alcune settimane.

5. RESPIRA. Nella pratica yoga esistono diverse tecniche di controllo del respiro, Pranayam, a seconda degli effetti che vogliamo ottenere. Parlando di reset, ti lascio con questa breve serie di respirazioni Kundalini per equilibrare gli emisferi celebrali e il sistema nervoso, inducendo uno stato di calma e benessere ma anche lucidità mentale. Respirare con la narice sinistra, Ida, è associato alla calma, all’empatia, alla sensibilità e all’energia lunare che tutto rilassa e rinfresca; stimolare la narice destra, Pingala, aiuta invece a richiamare l’energia calda e nutriente del sole, la forza di volontà, l’azione e a concentrazione.

Buona pratica e a presto per scoprire dove si è trasferita e le nuove avventure di Casa Kundalini! 😀


Informazioni su Giulia Guerrini

Mamma ed insegnante di Kundalini Yoga, Yoga dolce, Gravidanza consapevole, Yoga genitori & figli. Arriva allo yoga attraverso la danza classica e contemporanea ed esperienze di teatro sociale, grazie alle quali si rende conto di come il movimento influisca sulla mente e sullo stato animico. Si forma come istruttrice di Kundalini Yoga secondo gli insegnamenti di Yogi Bhajan presso il centro Shunia di Barcellona. È istruttrice certificata di yoga per bambini secondo il metodo Childplay, elaborato da Gurudass Kaur, e di yoga in gravidanza, metodo Conscious Pregnancy. È membro dell’Associazione Internazionale Insegnanti di Kundalini Yoga (IKYTA) e IKYTA Italia. Attualmente vive e lavora a Catania.

Lascia un commento