Esercizio dopo il parto? Ecco quello che devi sapere


Hai partorito e non ti sembra più di abitare nello stesso corpo di prima? Eri abituata a praticare Yoga o fare attività fisica regolare e ora ti sembra impossibile? O forse non vedi l’ora di ricominciare ma hai paura di bruciare le tappe?

Foto @Atetendo

Da qualunque punto tu parta, ecco le 5 cose che ti sarà utile sapere prima di tornare a muovere il tuo corpo e farlo in modo efficace e divertente

1) Goditi i primi 40 giorni – E’ una regola d’oro, anche se (come molte regole) non è valida per tutte. In generale, in tante culture in giro per il mondo e anche per la nostra medicina moderna, le prime 6 settimane sono idealmente dedicate al riposo, al recupero fisiologico dopo il parto e anche alla creazione del legame nella nuova famiglia dopo l’arrivo del bebé. E’ un tempo lento, in cui è molto importane le la mamma venga aiutata nei compiti di casa e nelle attività che richiedono più dispendio di energia, mentre si nutre con cibi adatti e recupera le energie spese. A volte è necessario più tempo, altre meno ma in linea generale prova e rispettare, questa “finestra sacra”, come la chiamano in India, e la tua ripresa ne avrà un enorme beneficio.

2) I tuoi muscoli addominali potrebbero essere separati – Si chiama diastasi recti (o separazione addominale) ed è incredibilmente comune tra le donne dopo il parto. Si verifica quando la distanza tra i due lati del muscolo retto dell’addome è di due o più dita ed è causata dall’eccessivo allungamento della linea alba, il tessuto connettivo tra i muscoli del retto dell’addome. Combinato con un pavimento pelvico allungato, questo può rendere il ritorno alla forma fisica piuttosto impegnativo. Esercizi che rafforzano in modo sicuro ed efficace gli addominali trasversali possono aiutarci a chiudere un retto diastatico, mentre ricostruiscono pian piano forza e stabilità.

3) La relaxina è ancora in circolo – L’ormone responsabile dell’ammorbidimento dei legamenti e delle articolazioni durante la gravidanza e il parto, può persistere nel corpo fino a sei mesi dopo la nascita del tuo bambino. Ciò significa che le articolazioni rimangono più sciolte del solito e il tuo corpo è potenzialmente più incline a dolori e lesioni. È importante scegliere quindi esercizi sicuri e morbidi che rispettino i  cambiamenti del tuo corpo.

4) Occhio al tuo pavimento pelvico – Potrebbe essere ancora  debole (anche se hai avuto un parto cesareo) e un esercizio non specifico per il post partum potrebbe portare a un’eccessiva pressione sui muscoli e rallentarne la guarigione, anziché rinforzarli.

5) Chiedi sostegno – dopo la nascita, il bambino o bambina sarà con te e potresti fare fatica a ritagliarti uno spazio per la tua pratica. Se ne hai la possibilità, chiedi a qualuno di occuparsi di lui o lei mentre ti prendi un tempo per te ma se questo non è possibile non lasciare che diventi un impedimento; includilo nel tuo allenamento!

Non sai da dove partire? Sono qui apposta! Contattami per una chiacchierata senza impegno  e decideremo come creare insieme un piano per tornare in forma nel tuo corpo in modo sicuro, realistico e perfettamente adattabile sulla tua nuova routine!

Il mio obiettivo? Mamme Felici!


Informazioni su Giulia Guerrini

Mamma ed insegnante di Kundalini Yoga, Yoga dolce, Gravidanza consapevole, Yoga genitori & figli. Arriva allo yoga attraverso la danza classica e contemporanea ed esperienze di teatro sociale, grazie alle quali si rende conto di come il movimento influisca sulla mente e sullo stato animico. Si forma come istruttrice di Kundalini Yoga secondo gli insegnamenti di Yogi Bhajan presso il centro Shunia di Barcellona. È istruttrice certificata di yoga per bambini secondo il metodo Childplay, elaborato da Gurudass Kaur, e di yoga in gravidanza, metodo Conscious Pregnancy. È membro dell’Associazione Internazionale Insegnanti di Kundalini Yoga (IKYTA) e IKYTA Italia. Attualmente vive e lavora a Catania.