Il coraggio di essere


Questo mese di luglio, il tema a Casa Kundalini è CORAGGIO.

Certamente una qualità utile in questo momento storico di incertezze e timori diffusi. Ma cos’è veramente il coraggio?

Dal punto di vista dello yoga, il coraggio non è l’assenza di paura; tutti abbiamo paura e in un certo senso per fortuna, perché questo ci salva da situazioni potenzialmente pericolose. Piuttosto, essere coraggiosi significa esserci e agire nonostante la paura. Viverla, dunque, ma non esserne bloccati. Nella nostra vita quotidiana abbiamo tantissimi spunti per provare paura e in alcuni momenti della vita più che in altri, momenti di cambiamento, ad esempio. A volte la nostra mente vorrebbe agire ma il corpo non la segue, le gambe sono molli e il cuore batte troppo forte. La paura può bloccarci ma può anche farci scappare da situazioni e cose potenzialmente positive per noi; è difficile pensare con chiarezza quando siamo preda della paura.  Dalle situazioni più semplici come parlare in pubblico ad una riunione di lavoro alle questioni più esistenziali della nostra vita.

Fortunatamente, lo yoga ci offre tanti spunti per lavorare sul coraggio e tanti strumenti per aiutarci a mettere in comunicazione il corpo e il cervello, rispondendo così in modo più efficace quando si presenta lo stimolo della paura.

La psicologa Amy Cuddy, nella sua TED talk, ricorda come gli animali assumano atteggiamenti posturali per sembrare grandi o temibili agli occhi dei rivali; pensate ad esempio al cobra che allarga le costole per formare il suo famoso cappuccio o al gorilla che si erge in piedi per mostrare la sua statura. Anche noi umani lo facciamo: tendiamo a chiudere le spalle e incurvarci quando siamo spaventati o insicuri e ad atteggiarci e aprire il petto quando ci sentiamo padroni di una situazione. Questo ha un impatto sulle altre persone, certo, ma anche su di noi e sulla percezione che abbiamo di noi stessi. Cuddy osserva come assumere posture “di potere”- come aprire i piedi e mettere le mani sui fianchi – fa sì che l’equilibrio ormonale passi da uno stato di stress a uno di allerta calma e sicura.

Molto più, dunque, che “Fake it ‘til you make it”: “fake it ‘til you become it”! Partiamo dall’esterno, dal corpo, per stimolare  gradualmente il cambiamento interno, quello più profondo e duraturo, quello che porta alla trasformazione.

Ci aspetta un mese potente, pieno di dolci sfide e gioiose vittorie. Seguiteci sulla pagina Facebook e Instagram per gli aggiornamenti settimanali e per condividere i vostri piccoli grandi atti di coraggio. Io vi lascio con la meditazione del mese…


Informazioni su Giulia Guerrini

Mamma ed insegnante di Kundalini Yoga, Yoga dolce, Gravidanza consapevole, Yoga genitori & figli. Arriva allo yoga attraverso la danza classica e contemporanea ed esperienze di teatro sociale, grazie alle quali si rende conto di come il movimento influisca sulla mente e sullo stato animico. Si forma come istruttrice di Kundalini Yoga secondo gli insegnamenti di Yogi Bhajan presso il centro Shunia di Barcellona. È istruttrice certificata di yoga per bambini secondo il metodo Childplay, elaborato da Gurudass Kaur, e di yoga in gravidanza, metodo Conscious Pregnancy. È membro dell’Associazione Internazionale Insegnanti di Kundalini Yoga (IKYTA) e IKYTA Italia. Attualmente vive e lavora a Catania.